Seleziona una pagina

I dati

Km²

ABITANTI

Cenni storici

Scanzano Jonico, fino al 1974 frazione di Montalbano Jonico,  è l’ultimo paese lucano ad essere creato in provincia di Matera.

Di fondazione medioevale, ma successivamente divenuto feudo di Pietro da Oledo, cui si deve l’edificazione del Palazzo Baronale, noto anche come Palazzaccio, la storia di Scanzano Jonico affonda le radici in tempi antichissimi, quando il suo territorio era frequentato dai Micenei, di cui restano ancora impresse profonde tracce in località Termitito, non molto lontano dal centro del paese. Qui sono stati rinvenuti i resti archeologici di un insediamento risalente al XIII-XI secolo a. C.

Scanzano presenta un bel patrimonio sacro e interessanti opere d’arte.

Annessa al Palazzo Baronale, un edificio feudale noto anche come “Palazzaccio”, di recente è stata consacrata la piccola cappella della “Théotokos” (Madre di Dio), che al suo interno ospita un crocifisso ligneo e una corona d’argento di Santissima Maria Annunziata del ‘700. Il portale è abbellito da un bassorilievo dell’Annunciazione.

Nel borgo di Scanzano Jonico si può visitare, invece, la chiesa madre dell’Annunziata, la quale conserva una corona d’argento del 1715 e alcune sculture lignee del XVIII secolo.

Essendo buona parte della popolazione di Scanzano riversata nelle 

campagne, sin da subito si è sentita l’esigenza di erigere dei luoghi di culto al centro dei diversi agglomerati rurali. Con questo spirito, nel 1967, viene costruita, in contrada Parisi, la Cappella dedicata ai SS. Medici Cosma e Damiano, consacrata nel 1970 da S.E. Mons. Palombella. Altrove, invece, si cercò di riabilitare delle chiese già esistenti: a Recoleta la settecentesca chiesa gentilizia appartenente al Barone Francesco Federici e dedicata a San Giuseppe. Similmente è accaduto in zona Andriace, sfruttando la cappella dell’antico casale dedicata a San Francesco da Paola. Come quella di San Giulio in Caracciolo, anche quella di San Giuseppe e quella di San Francesco furono istituite Parrocchie nel marzo del ’55. Con il Decreto del Presidente della Repubblica del 3 giugno 1959 n. 481, verrà approvata l’unione temporanea, nella forma aeque principaliter, della Parrocchia di San Francesco di Paola con quella di San Giulio.

Ad oggi, le uniche due parrocchie attive sull’intero territorio comunale sono “Maria SS. Annunziata” in centro e quella di “San Giulio I, Papa” in Terzo Cavone.

Patrono di Scanzano Jonico è Maria SS. Annunziata, che si festeggia il 25 marzo.

Fa parte della Vicaria pastorale Mare.