Seleziona una pagina

Economato

Codice di diritto canonico, can. 494

In ogni diocesi, dopo aver sentito il collegio dei consultori e il consiglio per gli affari economici, il Vescovo nomini un economo; egli sia veramente esperto in economia e particolarmente distinto per onestà.

L’economo sia nominato per un quinquennio, però, scaduto tale periodo, può essere ancora nominato per altri quinquenni; mentre è in carica, non sia rimosso se non per grave causa da valutarsi dal Vescovo, dopo aver sentito il collegio dei consultori e il consiglio per gli affari economici.

È compito dell’economo, secondo le modalità definite dal consiglio per gli affari economici, amministrare i beni della diocesi sotto l’autorità del Vescovo, fare sulla base delle entrate stabili della diocesi le spese che il Vescovo o altri da lui incaricati abbiano legittimamente ordinato.

Nel corso dell’anno l’economo deve presentare al consiglio per gli affari economici il bilancio delle entrate e delle uscite.

Link di approfondimento:

    Presidente:

  • Direttore:

  • Vice direttore:

  • Economo:
  • TARASCO Don Giuseppe

  • Vice economo:
  • GURRADO Don Nicola

  • Responsabile:

  • Referente:

  • Cancelliere:

  • Vice cancelliere:

  • Difensore del vincolo e Promotore di Giustizia:

  • Attuario:
Informazioni:

Altre informazioni:

DOCUMENTI

NOTIZIE E AVVISI